BlogLe origini della varietà canapa Blueberry

Azarius

  • $

$ 0, -

0,00 US$

Le origini della varietà canapa Blueberry

05-07-2018 - 0 Commenti

Il ceppo di canapa Blueberry è un vero classico. Se dovessi vivere il resto della mia vita su un’isola deserta, e mi sarebbe concesso di portare solo un tipo di semi regolari (ovvero quelli con cui hai il 50% di possibilità che escano femmine), mi porterei una confezione di semi Blueberry.

Ci sono molte ragioni per cui sceglierei una pianta Blueberry, anche tra tutte le magnifiche varietà disponibili, da portare sulla mia isola deserta. Innanzitutto perché è una bellissima pianta da coltivare che può sfoggiare delle straordinarie sfumature verdi e viola. E anche se l’aspetto non è tutto, l’occhio vuole la sua parte.

Una bellissima cima. Photo credit: @easyorganicweed

A raccolto avvenuto, dopo aver essiccato e trattato la tua erba sarai premiato con una potente varietà dalle incredibili proprietà terapeutiche. Il pubblico di Leafly lo descrive soprattutto come un high rilassante e beato, che può contrastare lo stress e il dolore fisico. Posso testimoniare in prima persona ai suoi effetti anti-dolorifici, essendomi medicato con questa pianta quando avevo un’ernia alla schiena. Ha alleviato il dolore e mi ha conferito maggiore mobilità.

Questa pianta agisce anche in modo terapeutico sulla mente, con un elevato livello di THC (+/-20%). Ma trovo il tipo di THC di questo ceppo diverso rispetto ad altre varietà ricche di THC.

Non si può dimenticare il gusto. Potresti indovinare il gusto del Blueberry, ma se non sei  forte in Inglese, ha un gusto al mirtillo. Il gusto è soprattutto esaltato quando le infiorescenze sono comsumate tramite un vaporizzatore, con uno squisito sapore ai frutti di bosco che si adagia sul tuo palato, mentre gli effetti iniziano a salire.

Blueberry continua a soddisfare

Degli straordinari effetti, un gusto e un aspetto mozzafiato sono sicuramente ragioni valide per scegliere questa varietà, ma Blueberry ti offre ancora di più! I fiori hanno una durata di conservazione più lunga della media e se preservati correttamente (in un barattolo di vetro opaco, in un luogo fresco), Blueberry può anche migliorare con l’età, esattamente come un buon vino.

E infine, la ragione principale per cui lo porterei senza alcun dubbio sulla mia isola deserta, è che continua a sballarti, volta dopo volta. Alcune varietà, dopo qualche seduta, iniziano ad diminuire nel loro effetto, perché il tuo corpo crea una tolleranza. Questo non è il caso con le varietà Blueberry, che continuano a sorprenderti ogni volta con un’ intensa esperienza spirituale.

Blueberry: le origini

Le origini del Blueberry risalgono agli anni settanta, sulla West Coast americana. Il coltivatore DJ Short cercava di creare quella varietà unica i cui effetti non avrebbero lasciato a desiderare, ma che potesse anche unire le migliori caratteristiche dei suoi ceppi preferiti. Da abile allevatore, iniziò a concepire la sua pianta perfetta, e dopo qualche tempo riuscì pure a stabilizzarla, finché non ne ricavò anche dei semi consistenti.

Blueberry è il risultato di queste prove. Con un valore indica dell’80% e con il 20% di sativa, Blueberry ha delle genetiche che derivano da … beh, lasciamo a lui la parola all'allevatore:

“Incrociai Highland Thai (anche chiamato Juicy Fruit Thai, un seme Thai di prima generazione coltivata sulla costa del Pacifico nord-occidentale), con un Purple Thai e una Chocolate Thai di prima generazione, incrociata a sua volta con una Highland Oaxaca Gold di prima generazione; e infine con una Indica Afghani, che mi arrivò direttamente dall’Afghanistan tramite la comunità di grower Californiani."

DJ Short entra in maggiori dettagli su queste genetiche nel suo articolo del 1999 su Cannabis Culture.

Con questi semi stabilizzati, DJ Short si recò in Europa all’inizio degli anni 90 dove collaborò con la banca dei semi Sagarmatha, la Dutch Passion (entrambe olandesi) e Spice of Life Seeds (svizzera). Alla fine del suo viaggio si trasferì in Canada, dove fondò la Old World Genetics, dove è tutt’ora consulente.

Per saperne di più sull’interessante mente di uno dei migliori coltivatori del secolo scorso, consigliamo la lettura del suo libro Cultivating Exceptional Cannabis.

Coltivare il Blueberry

Naturalmente, essendo un classico essenziale, Azarius ha una buona collezione di Semi Blueberry. Come puoi immaginare ci sono molte varietà che derivano dal Blueberry, eccoti qualche suggerimento:


di Bill Griffin, autore di Easy Organic Weed. Segui Bill su Twitter e Instagram.



Commenti

Ancora nessun commento. Cosa aspetti, il Natale?


Aggiungi un commento

Sei maggiorenne?

Per visitare il nostro sito devi confermare di essere maggiorenne.